Qui sotto trovi

Logo senza glutine Logo senza lattosio Logo gruppo sanguigno 0 Logo gruppo sanguigno A Logo gruppo sanguigno B Logo gruppo sanguigno AB

A casa nostra si è sempre usato fare il sabato hamburger, dove ognuno si farciva il suo panino con quello che preferiva. Da quando ho eliminato il glutine questa “tradizione” si è un po persa, fino a quanto sono riuscita a fare questi mini hamburger di miglio e spinaci straordinari, morbidi e fragranti. Il nostro sabato hamburger è salvo.

Fare gli hamburger verdi, colorati con gli spinaci, è per far mangiare le verdure nascoste a mio figlio piccolo che non ne vuole proprio sentir parlare, ma così, nascoste nell’impasto del pane, con il ripieno di tacchino e maionese non se ne accorge nemmeno e mangia sano e buono.

Io lo riempio con salmone, maionese e insalata, mentre mia figlia con tonno e maionese, anche lei senza insalata, ma aggiunge i pomodori, l’unica di gruppo 0 in casa che può permetterseli.

Il miglio ha un gusto amarognolo non piace sempre, così per cambiare preparo questi mini hamburger con farina di quinoa o anche con farina di piselli.

La farina di spinaci io la ottengo essiccando gli spinaci con il mio essiccatore, ma puoi anche essiccare la verdura in forno mettendola, bene asciutta, a 40/60° per 10/12 ore, controllando sempre. Un’altra opzione ancora è inserire gli spinaci, o altra verdura cotta, direttamente nell’impasto, ma potrebbe poi risultare troppo bagnato. Bisognerebbe provare.

Cucina Con Cinzia i tuoi mini hamburger di miglio e spinaci!

 

MINI HAMBURGER DI MIGLIO E SPINACI

MINI HAMBURGER DI MIGLIO E SPINACI

Preparazione: 5 minuti
Cottura: 30 minuti
lievitazione: 40 minuti
Tempo totale: 35 minuti
Porzioni: 8 paninetti
Chef: Cinzia
Stampa

Ingredienti

  • 280 gr farina di miglio
  • 40 gr farina di spinaci o 1 cucchiaio di spinaci cotti frullati
  • 400 gr acqua tiepida
  • 20 gr cuticola di psillio
  • 80 gr latte di mandorle o soia
  • 1/2 cubetto lievito di birra o una bustina di lievito in polvere
  • 20 gr olio di vinacciolo
  • 1 cucchiaino sale rosa dell’himalaya
  • qb semini vari

Istruzioni

Con il bimby:

  1. Versa nel boccale tutti gli ingredienti, tranne i semini e gli spinaci, e impasta per 6 minuti a velocità spiga.

  2. Togli metà dell’impasto e mettilo in una ciotola a lievitare per 40 minuti, coprendolo con pellicola e canovaccio.
  3. Versa nel boccale la farina di spinaci (se usi gli spinaci frullati aggiungi ancora qualche cucchiaio di farina di miglio) e impasta ancora per 20 secondi a velocità spiga.
  4. Lascia lievitare l’impasto verde direttamente dentro al bimby chiuso per 40 minuti.

Senza bimby:

  1. In una ciotola versa la farina, al centro metti il sale e l’olio, mescola con una forchetta.
  2. Aggiungi l’acqua, il latte, il lievito e la cuticola di psillio e amalgama bene con la forchetta tutti gli ingredienti.
  3. L’impasto inizierà ad addensarsi ma rimane sempre un po molliccio.
  4. Dividi l’impasto in due parti. Una coprila con pellicola ed un panno e mettila a lievitare per 40 minuti. Nell’altra aggiungi la farina di spinaci (se usi gli spinaci frullati aggiungi ancora qualche cucchiaio di farina di miglio) e impasta ancora per amalgamare bene il tutto.
  5. Copri anche l’impasto verde con la pellicola ed un panno e lascia lievitare per circa 40 minuti.

Prepariamo i mini hamburger:

  1. Finita la lievitazione riprendi tutti gli impasti e, con le mani unte di olio o bagnate di acqua, forma delle palline da sistemare su una teglia coperta di carta da forno.
  2. Spennella ogni panino con acqua tiepida e spolvera con semi di papavero, semi di sesamo o semi di chia a piacere.
  3. Metti in forno per 10 minuti a 180 gradi e per 20 minuti a 200 gradi.

Note

Consiglio di Cinzia: puoi conservare i mini hamburger di miglio e spinaci in un sacchetto di plastica ben chiuso, fino ad una settimana! Io uso quelli che mi servono ed il resto li congelo in sacchetti mono uso.

 

Per i mini hamburger di miglio e spinaci ho utilizzato i seguenti prodotti e utensili:

Cucina con Cinzia e condividi le tue foto utilizzando l’hashtag #cucinaconcinzia

Comments

comments