Qui sotto trovi

Logo senza glutine Logo senza lattosio Logo gruppo sanguigno 0  Logo gruppo sanguigno B Logo gruppo sanguigno AB

Un secondo di pesce veloce da realizzare al forno, l’orata al cartoccio. Buona semplice da fare con un gusto delicato ma deciso.

Il mio compagno adora l’orata e oggi dal pescivendolo me ne sono fatti dare due (io me le faccio sempre pulire da lui).

In casa non avevo molto per condirlo, ma serve veramente poco. Giusto per non metterlo in forno senza nulla ho aggiungo limone e varie erbe raccolte in giardino. Ma anche solo con olio e sale è veramente buono. Questo grazie alla cottura al cartoccio dove il pesce viene chiuso in questo involucro e al cui interno gusti e aromi si fondono e si esaltano. Poi, la sorpresa quando apri in tavola il cartoccio gonfio, che sprigiona all’istante un delizioso vapore profumato. La cottura al cartoccio è così, semplice e magica.

Noi non la facciamo spesso, ma dovremmo farla di più. Perché la cottura al cartoccio è, fra le tecniche di cottura, una delle più interessanti, almeno sono tre aspetti: presentazione, gusto e salute. Sicuramente l’aspetto scenografico non è da sottovalutare, quando porti in tavola ad ognuno il proprio piatto ancora chiuso in questo splendido fagotto profumato è sicuramente d’effetto. Il gusto è molto più accentuato perchè, racchiudendo tutti i profumi, si mescolano armonizzandosi tra loro. Usando pochissimo condimento andiamo poi a ridurre l’eccesso di grassi. L’importante è che il cartoccio sia ben sigillato, piuttosto usa un po più di carta forno in modo da arrotolarla e chiuderla bene.

Cucina Con Cinzia la tua orata al cartoccio!

 

orata al cartoccio

ORATA AL CARTOCCIO

Preparazione: 10 minuti
Cottura: 30 minuti
Tempo totale: 40 minuti
Porzioni: 2 persone
Chef: Cinzia


Stampa

Ingredienti

  • 2 orate
  • 1 limone
  • qb aromi a piacere salvia, rosmarino, aglio
  • qb olio di vinaccioli

Istruzioni

  1. Per prima cosa, se non l’ha fatto il pescivendolo, pulisci le orate dalle interiora.
  2. Adagia il pesce su un tagliere e inizia ad eviscerarlo facendo con le forbici un taglio sul ventre e procedendo dritto fino sotto la testa, quindi raccogli con le mani le interiora da dentro ed eliminale.
  3. Lava bene il ventre del pesce sotto l’acqua corrente per togliere ogni traccia di sangue rimasta.
  4. Asciuga le orate con del panno carta e metti ogni pesce dentro un foglio di carta forno e sala l’interno.
  5. Farcisci con gli aromi: rametti di rosmarino precedentemente lavati e asciugati, mezzo spicchio d'aglio sbucciato per ciascuna orata, mezza fettina di limone e l’olio.
  6. Versa un filo di olio anche sopra l’orata ed appoggia qualche fettina di limone, poi richiudi il foglio di carta da forno arrotolando le due estremità.
  7. Adagia l'orata su una teglia e cuoci in forno statico preriscaldato a 180° per circa 30 minuti. Il tempo varia in base alla grandezza del pesce.
  8. A cottura ultimata sforna l’orata, lasciala intiepidire e poi servila nel cartoccio stesso.
  9. Se vuoi un accostarla ad un sapore più deciso accompagnala con della maionese.

Note

Consiglio di Cinzia: l’orata al cartoccio va mangiata appena fatta, ma se ti avanza puoi conservarla in frigo per qualche giorno, anche se il sapore non sarà più lo stesso.

Per l’ orata al cartoccio ho utilizzato i seguenti prodotti e utensili:

Cucina con Cinzia e condividi le tue foto utilizzando l’hashtag #cucinaconcinzia

Comments

comments