Qui sotto trovi
Logo senza glutine Logo senza lattosio Logo gruppo sanguigno 0 Logo gruppo sanguigno A Logo gruppo sanguigno B Logo gruppo sanguigno AB

La pasta all’uovo tricolore è la ricetta più difficile che abbia mai realizzato. Ma la cosa più difficile è stata capire come realizzarla!

Avevo questa pasta tricolore in testa da un sacco di tempo, quindi mi sono messa alla ricerca di indicazioni o istruzioni, ricerca che mi ha portato su un sito americano, naturalmente la spiegazione ed i passaggi erano in inglese e non è stato facile, ma alla fine direi che il risultato finale è stupefacente e ripaga della fatica e del tempo speso.

Un’ altra difficoltà è dovuta al fatto che maneggiare la pasta di legumi non è sempre facile, ma ho trovato un valido aiuto nella lecitina di soia, che rende l’impasto molto più malleabile.

Per sperimentare la ricetta della pasta all’uovo trivolore ho deciso di fare degli splendidi cuoricini per una cena a lume di candela, ovviamente tu puoi usare anche la forma classica degli agnolotti o la forma che più ti piace.

Per colorare gli impasti ho usato farina di barbabietola e di spinaci, che ho prodotto essiccando le verdure con il mio fantastico essiccatore.

Se non c’è l’hai, puoi utilizzare le verdure fresche, facendole prima bollire e scolare molto molto bene. In questo caso tieniti sempre della farina di scorta, perché l’impasto potrebbe essere troppo morbido.

Mentre per il ripieno mi sono tenuta sul neutro e leggera con una ricotta di mandorle e rucola, riuscendo così ad abbinarli sia ad un secondo a base di carne che a base di pesce.

Cucina Con Cinzia la tua pasta all’uovo tricolore!

 

pasta all'uovo tricolore senza glutine

PASTA ALL'UOVO TRICOLORE

Porzioni: 4 persone
Chef: Cinzia
Stampa

Ingredienti

Ingredienti per la pasta

  • 2 etti e 60 gr farina di fave denaturata
  • 3 uova
  • 3 cucchiai olio di vinaccioli
  • 3 cucchiai lecitina di soia

Ingredienti per colorare la pasta:

  • 20 gr farina di spinaci
  • 20 gr farina di barbabietola

Ingredienti per il ripieno:

  • 300 gr ricotta di mandorla
  • 100 gr rucola
  • 1 uovo

Istruzioni

  1. Prima di iniziare metti in un contenitore alto e stretto l’olio e la lecitina di soia e frulla per un minuto con il frullatore ad immersione.
  2. Ora sopra il piano da lavoro metti 100 gr di farina di fave setacciata, fai un buco al centro e aggiungi un uovo ed un cucchiaio di olio mischiato con la lecitina.
  3. Con le mani inizia ad impastare tutto e se ti sembra troppo asciutta aggiungi un goccio di acqua.
  4. Impasta tutto molto bene per almeno cinque minuti, finchè ottieni una palla liscia e morbida. Avvolgila nella velina trasparente e mettila in frigo per almeno mezz’ora.
  5. Metti ora sul piano di lavoro 80 gr di farina di fave con i 20 gr di farina di spinaci setacciate, fai un buco al centro e aggiungi un uovo ed un cucchiaio di olio mischiato con la lecitina.
  6. Fai la stessa operazione che hai fatto con l’impasto precedente e ripeti anche con la farina di barbabietola per il terzo impasto.
  7. Metti tutto in frigo per mezz’ora.
  8. Riprendi i tre panetti, impasta uno per volta per qualche istante e poi con il palmo della mano e le dita schiaccia un po. Continua con la macchina per la pasta, in modo da ottenere delle sfoglie sottili e liscie per ogni colore.

Ora arriva la parte più complicata: unire i tre strati.

  1. Con un pennellino bagna la sfoglia verde con dell’acqua, appoggia sopra di essa la sfoglia bianca, spennella ora anche questa e posizionaci sopra la sfoglia rossa.
  2. Pareggia la sfoglia tricolore tagliando con una rotella taglia pasta i bordi in eccesso e metti da parte.
  3. Ripeti e continua così fino ad esaurimento delle sfoglie.
  4. Prendi ora le varie sfoglie tricolori ottenute ed uniscile, sempre spennellando ogni sfoglia per farle aderire una all’altra. Unisci al massimo tre sfoglie tricolori, altrimenti sarà più difficile il passaggio successivo.
  5. A questo punto con un coltellino molto affilato taglia la mega sfoglia ottenuta (che avrà quindi 9 strati) in striscie di circa ½ cm l’una. Spero con la foto di farti capire bene questo passaggio.
  6. Unisci tre striscie insieme con il pennellino bagnato di acqua e schiaccialo leggermente con il mattarello. Continua con la macchina per la pasta per ottenere una sfoglia sottile.
  7. La tua sfoglia tricolore è pronta.

Prepara il ripieno:

  1. In un contenitore versa la ricotta di mandorle con un uovo e la rucola, precedentemente tritata, e mischia bene insieme gli ingredienti. Se non sai come fare la ricotta di mandorle guarda la mia ricetta, è semplicissimo.
  2. Non ti resta che creare i cuori con le formine taglia biscotti e farcire gli agnolotti con il ripieno.
  3. Cuocili in acqua bollente salata per tre o quattro minuti.

Note

Consiglio di Cinzia: Naturalmente il mio consiglio è di farla e consumarla il giorno stesso, ma volendo puoi preparare la tua pasta ripiena e congelarla per almeno due mesi, oppure conservarla in frigo per pochi giorni.

Io li ho conditi con olio di vinaccioli e salvia.

Come secondo alla fine ho deciso di fare delle polpette di tacchino con sorpresa, maionese e insalata mista.
La mia cena a lume di candela ha avuto un successone.

Cucina con Cinzia e condividi le tue foto utilizzando l’hashtag #cucinaconcinzia

Comments

comments