Qui sotto trovi

Logo senza glutine Logo senza lattosio Logo gruppo sanguigno 0 Logo gruppo sanguigno A Logo gruppo sanguigno B Logo gruppo sanguigno AB

La pasta frolla all’acqua è una variante light di quella classica, è una pasta frolla senza uova, burro e latte, decisamente leggera e adatta anche a chi per necessità o per scelta non consuma le uova.

Quindi finalmente una base vegana per la realizzazione di crostate, biscotti e dolcetti vari, dove ci si può sbizzarrire con un ripieno super goloso, come la nutella di mandorle, oppure più sobrio con una marmellata di albicocche o ciliegie. Ma questa frolla può anche diventare la base di una torta salata, semplicemente escludendo lo zucchero dagli ingredienti.

L’impasto è molto semplice da realizzare, come la frolla di quinoa che già ti ho mostrato in precedenza, questa l’ho realizzata con farina di quinoa e farina di chufa.

Tu sai cos’è la chufa? E’ un tubero, un prodotto naturale, un nuovo ed interessante ingrediente arrivato in alcuni negozi biologici. Ha la forma simile ad una mandorla ed il sapore dolciastro che si avvicina molto a quello della nocciola.

La chufa possiede tantissime proprietà benefiche e può essere consumata sia cruda che cotta, per fare bevande o creme, e la farina si presta alla realizzazione di piatti sia dolci che salati.

Sei pronta a preparare una pasta frolla all’acqua??

Cucina Con Cinzia la tua pasta frolla all’acqua!

pasta frolla all'acqua

PASTA FROLLA ALL'ACQUA

Preparazione: 10 minuti
Chef: Cinzia
Stampa

Ingredienti

  • 80 gr farina di quinoa
  • 200 gr farina di chufa
  • 85 gr acqua
  • 50 gr zucchero bianco
  • 25 gr olio di vinaccioli
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 1 limone grattugiato
  • qb sale rosa dell’himalaya

Istruzioni

  1. Setaccia le due farine sul piano da lavoro creando una fontana.
  2. Fai un buco al centro e versaci, l’olio, lo zucchero, il bicarbonato, un pizzico di sale, la scorza del limone grattugiata e piano piano anche l’acqua, cercando con le mani di far amalgamare la farina agli altri ingredienti.
  3. Impasta bene fino ad ottenere una palla morbida e liscia. Se è troppo appiccicosa aggiungi altra farina, se è troppo asciutta aggiungi qualche cucchiaio d’acqua.
  4. Avvolgila nella pellicola trasparente per almeno 30 minuti prima di utilizzarla, ma puoi conservarla senza metterla in frigo, anche per tre o quattro giorni. L’importante che rimanga in un luogo asciutto.

Note

Consiglio di Cinzia: Se puoi un impasto ancora più morbido e fine utilizza lo zucchero a velo invece dello zucchero normale. Se non trovi la farina di chufa utilizza solo farina di quinoa.

Cucina con Cinzia e condividi le tue foto utilizzando l’hashtag #cucinaconcinzia

Comments

comments