Qui sotto trovi

Logo senza glutine Logo senza lattosio Logo gruppo sanguigno 0 Logo gruppo sanguigno A Logo gruppo sanguigno B Logo gruppo sanguigno AB

Uno dei pesci che adoro è lo sgombro, semplice e veloce da preparare, velocissima la cottura, e soprattutto si spina facilmente. La cosa più antipatica dei pesci sono proprio le spine, antipatici da spinare se le spine sono troppo piccole e poi te le ritrovi in bocca se ne è rimasta qualcuna.

Quando mi capita di arrivare a casa tardi e non ho nulla di pronto passo dal pescivendolo e compro degli sgombri freschi, li pulisco velocemente e li metto in forno. Dieci minuti e la cena è pronta: sgombro al forno.

Saporito, leggero e dalle eccellenti proprietà nutrizionali. Lo sgombro è un pesce azzurro di taglia media, molto diffuso nelle acque del Mediterraneo così come nell’Oceano Atlantico. È una delle specie più utilizzare a scopo alimentare e può essere consumato fresco oppure in conserva, sott’olio o al naturale.
Nel modello alimentare mediterraneo, il pesce azzurro ricopre un ruolo fondamentale: è ricco di acidi grassi essenziali, proteine nobili, vitamine e sali minerali, e andrebbe assunto almeno 2-3 volte a settimana, in alternanza con fonti proteiche vegetali. Una porzione di sgombro può essere consumata una volta a settimana, magari accompagnata da abbondanti verdure fresche.
Lo sgombro è a ragione considerato un integratore naturale di minerali, vitamine e proteine nobili, e perciò molto indicato nella dieta di bambini, anziani e sportivi. Tra i sali minerali di cui è ricca la carne di sgombro, ricordiamo ferro, magnesio, fosforo e rame, mentre tra le vitamine quelle del complesso B, in particolare B1, B2 e B3.

Cucina Con Cinzia il tuo sgombro al forno!

 

SGOMBRO AL FORNO

Preparazione: 10 minuti
Cottura: 10 minuti
Tempo totale: 20 minuti
Porzioni: 4 persone
Chef: Cinzia
Stampa

Ingredienti

  • 12 SGOMBRI freschi
  • 50 gr pangrattato di piselli
  • 2 spicchi d'aglio + ½ spicchio per la panatura
  • 1 pizzico sale
  • QB olio evo

Istruzioni

  1. Inizia a pulire i pesci eliminando le interiora, le pinne e squamandoli.
  2. Rimuovi quindi le lische centrali e taglia le teste.
  3. Lava bene i pesci sotto l'acqua corrente, asciugali con del panno carta e mettili in una teglia ricoperta da carta forno.
  4. Frulla il pangrattato con mezzo spicchio d'aglio ed un filo d'olio evo.

  5. Se non hai creckers o pane per preparare il pangrattato usa tranquillamente la farina di legumi.
  6. Ricopri gli sgombri con la panatura ottenuta aiutandoti con un cucchiaio, facendo un po di pressione per farla aderire meglio. Metti qualche pezzetto di aglio tra un filetto e l’altro nella teglia.
  7. Metti la teglia in forno già caldo a 180° per 10 minuti. E comunque quando li vedi rosolati. Non hanno bisogno di cuocere tantissimo.
  8. Li ho serviti in tavola con un primo di spaghetti di zucchine con crema di broccoli e come contorno delle patatine di daikon.

Note

Consigli di Cinzia: Puoi conservare gli sgombri già cotti in frigo per due giorni al massimo oppure congelarle. Puoi utilizzare questa ricetta con qualsiasi altro pesce.

Cucina con Cinzia e condividi le tue foto utilizzando l’hashtag #cucinaconcinzia

Comments

comments